Rapporto sui prezzi dell'oro del 17 dicembre 2018
1g. 42.89 EUR
1oz. 1334.00 EUR
Prezzo dell'oro al kg
Gold Fixing

NOTIZIE


Rapporto sui prezzi dell'oro del 17 dicembre 2018
Global InterGold

 

Gli analisti si aspettano l'ulteriore crescita dei prezzi dell'oro, dato che gli operatori di mercato attendono la decisione del FED sulle prospettive di politica monetaria.

Gli esperti notano il trionfo dell'oro che ha raggiunto per la prima volta dal 17 luglio 2018 il livello massimo di 1244 dollari per oncia.

Secondo Jasper Lawler, Responsabile della Ricerca della società di investimento London Capital Group (LCG), un cambiamento dei piani del primo ministro britannico Theresa May potrebbe comportare il caos politico:

"Nel 2016, Brexit ha aiutato l'oro. Se l'accordo con l'UE venisse respinto nel Regno Unito, si aprirebbe ogni sorta di incertezza politica, e potremmo vedere gli investitori britannici rivolgersi all'oro come un rifugio sicuro".

Lawler prevede che l'oro salirà fino a 1285 dollari per oncia.

Lunedì 10 dicembre, il costo di un'oncia d'oro ha raggiunto i 1244 dollari.

 

Martedì scorso, i rappresentanti del Ministero del Commercio cinese hanno dichiarato che i negoziati commerciali con l'America sarebbero ripresi. Il rappresentante commerciale degli Stati Uniti, l'avvocato Robert Lighthizer ha fissato una scadenza: Washington e Pechino devono raggiungere l'accordo entro il 1° marzo.

Il Primo Ministro della Gran Bretagna, Theresa May, ha rinviato il voto sull'accordo di Brexit, prolungando la transizione per lasciare l'UE. Il voto parlamentare è stato rinviato fino alla fine dei colloqui del Primo Ministro con i leader dell'UE sugli accordi di interdizione al confine con l'Irlanda del Nord.

A novembre, 27 paesi hanno approvato il progetto di accordo sul ritiro del Regno Unito dall'UE, suggerendo alla Gran Bretagna di firmare il documento approvato.

Martedì 11 dicembre, la valuta europea ha perso le sue quote, mentre il costo dell'oro è stato di 1243 dollari per oncia.

 

La Industrial and Commercial Bank of China (ICBC) ha delineato quanto segue nella sua analisi del mercato dell'oro:

"Per il 2019 e il 2020, prevediamo prezzi medi annui rispettivamente di 1293 dollari e 1300 dollari per oncia".

L'oro è stato sostenuto dalla fiducia del partito conservatore affidato al primo ministro britannico, Theresa May, che rimane il leader del partito. Gli osservatori politici ritengono che May abbia "superato un piccolo ostacolo" con molti impedimenti ancora da superare. Il destino di Brexit dipende dalle azioni del premier. 

Mercoledì 12 dicembre, il costo di un'oncia d'oro è stato di 1245 dollari.

 

Giovedì scorso si è tenuta l'ultima riunione del Consiglio Direttivo della Banca Centrale Europea di quest'anno, seguita dalla decisione di mantenere i tassi di interesse a zero fino all'estate del 2019.

Il Presidente della Banca Centrale Europea (BCE), Mario Draghi, non ha rilasciato dichiarazioni significative, ma ha descritto i rischi di crescita economica nell'UE come equilibrati. 

Giovedì 13 dicembre, il costo di un'oncia d'oro è stato di 1242 dollari.

 

In un'intervista con Kitco News, Phillip Streible, Senior Market Strategist della società statunitense RJO Futures Inc. si è detto ottimista sul rafforzamento costante dell'oro:

"Penso che le posizioni dell'oro si siano rafforzate".

Venerdì 14 dicembre, il costo di un'oncia d'oro ha raggiunto i 1240 dollari.

 

Lunedì 17 dicembre, l'oro è costato 1237 dollari.

 

Gli analisti del BMO Capital Markets ritengono che "la volatilità e i rischi geopolitici avranno un effetto positivo sull'oro".

 

L'acquisto di oro è il vostro passo verso la Sicurezza Finanziaria!

 

Qualifica questo articolo
Pubblicato: 17.12.2018
Lascia un commento






Inviare
NOTIZIE CORRELATE