IT
GIG-OS

Global InterGold: perché lavoriamo con l'oro?

Global InterGold

 

"Dobbiamo scegliere tra la fiducia nella stabilità dell'oro e la fiducia nell'onestà e nell'intelligenza dei membri del governo. Con tutto il dovuto rispetto per questi signori, vi consiglio, finché esiste il sistema capitalista, di scegliere l'oro. "

Bernard Shaw, 1928

 

1. La quantità di oro sulla Terra è limitata.

Secondo il World Gold Council, durante l'intera storia dell’umanità, sono state prodotte 190 000 tonnellate di oro. Se dividi questo numero per il numero di persone che vivono ora, ottieni circa 25 grammi a persona.

Nella foto: La miniera d’oro Round Mountain sulle montagne del Nevada, USA. Sono state estratte 300 tonnellate di oro da questa miniera, il bilancio previsto è di 55 tonnellate.

Ogni anno vengono estratte dalla terra circa 3000 tonnellate di oro. La popolazione del pianeta aumenta di anno in anno dell'1,1%. Gli esperti dicono che se l'oro verrà estratto allo stesso ritmo, le riserve potrebbero essere sufficienti per 17 anni.

Conclusione: stiamo finendo l’oro.

 

2. L'offerta nel mercato dell'oro fisico è limitata.

Nel settembre 2018, secondo il rapporto del World Gold Council, le riserve auree mondiali sono aumentate di 26 tonnellate e ammontano a 33 763,6 tonnellate. Tra i paesi che hanno aumentato il loro stock di oro ci sono la Russia, Venezuela, India, Turchia, e Mongolia.

Il consumo annuale di oro da parte del settore industriale è in crescita. Nel 2017, è aumentato del 3% rispetto all'anno precedente e ammonta ora a 333 tonnellate.

Nella foto: L'oro industriale viene utilizzato nell'elettronica nella produzione di contatti per microcircuiti.

La produzione e il consumo di gioielli sta aumentando. La Cina è al primo posto nel 2017 in termini di questi indicatori: 647 tonnellate di gioielli in oro. Al secondo posto c'è l'India, dove i residenti hanno acquistato 563 tonnellate di gioielli.

Conclusione: la domanda costante non permetterà all'oro di deprezzarsi.

 

3. L'oro non può essere stampato

Il metallo prezioso giallo è estratto dalle viscere della terra dopo un processo molto laborioso e costoso. Prima di tutto, vengono usati i depositi in cui l'oro è contenuto negli strati superiori della terra. Ma questi depositi sono molto pochi e vengono rapidamente esauriti. Solo le società statali nei paesi sviluppati e le grandi multinazionali hanno le risorse per sviluppare depositi profondi. I costi di estrazione dell'oro sono in costante aumento.

Conclusione: il prezzo dell’oro non può che salire.

 

4. L'oro non può essere svalutato

Nessuno può deliberatamente svalutare l'oro, come talvolta accade con la valuta di un paese. Al contrario, i paesi con grandi riserve di metalli preziosi gialli possono controllare i processi nel settore finanziario. L'oro non è uno strumento per la manipolazione economica. È un mezzo di protezione contro gli shock, è la base della stabilità degli stati e dei cittadini.

Conclusione: l'oro è uno dei beni di investimento più affidabili.

 

5. L'oro non è sotto il controllo di alcun governo

Circa 30 milioni di once di metalli preziosi gialli vengono venduti e acquistati ogni giorno nel mondo. Questo è un prodotto unico, che viene definito valuta internazionale. L'oro è disperso in diversi continenti e stati, e nessuno può gestirlo da solo.

Nella foto: nel 2014 è stata aperta una piattaforma di scambio di oro nella città cinese di Shanghai.

Conclusione: il prezzo dell'oro non può venire controllato, è il suo prezzo che determina il mercato.

 

L'oro è una fonte di Sicurezza Finanziaria non solo per le aziende e per interi paesi, ma anche per i cittadini comuni.

Durante le crisi economiche, le persone perdono i loro risparmi, gli immobili o il lavoro. Perdono fiducia nella possibilità di raggiungere la Sicurezza Finanziaria. Ma noi la pensiamo diversamente.

Global InterGold ha scelto l'oro come suo principale strumento e il suo obiettivo è quello di contribuire a garantire la Sicurezza Finanziaria, che tutti meritano.

 

Scoprite come ottenere la Sicurezza Finanziaria

 

Rate this article:
Created: 24.10.2018