IT
GIG-OS

Oro Vs Sanzioni

Global InterGold

 

La situazione di stallo per le sanzioni tra l'Occidente e la Russia non si placa. La guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina non è ancora finita. Le autorità stanno cercando strenuamente modi per rafforzare la sicurezza finanziaria.

 

L'essenza delle sanzioni economiche

Gravi disaccordi tra i paesi non sempre possono essere risolti a livello diplomatico. In questi casi vengono attuate misure economiche: soprattutto divieti di importazione e di esportazione, nonché restrizioni su diverse transazioni finanziarie. Ad esempio, ora è vietato esportare petrolio, armi, carburante per aerei e beni di lusso dall'Unione europea alla Corea del Nord.

Le sanzioni applicate a scapito degli interessi del paese costringono il paese a cambiare rotta politica e a scendere a compromessi.

Analizziamo esempi specifici che illustrano i danni causati dalle sanzioni economiche.

 

Russia

Dal 2014, i danni derivanti dalle sanzioni imposte dall'Occidente ammontano a 52-55 miliardi di dollari. Gli analisti di Bloomberg ritengono che l'economia russa non sia riuscita a crescere di un ulteriore 6% a causa delle sanzioni imposte. Il flusso di denaro straniero nel paese è diminuito significativamente, molte aziende hanno perso accesso al mercato occidentale, e il tasso di cambio del rublo russo ha subito un crollo drammatico.

 

UE

Secondo l'ONU, le perdite totali derivanti dalla guerra di sanzioni con la Russia ammontano a più di 100 miliardi di dollari. La Germania è stata la più colpita, con circa il 40% di tutte le perdite dell'UE. I danni maggiori sono stati causati all'esportazione di prodotti agricoli e al settore bancario.

 

Iran

L'embargo* petrolifero imposto dagli Stati Uniti nei confronti dell'Iran ha causato danni irreparabili al paese, stimati in 160-180 miliardi di dollari. In seguito, le sanzioni sono state revocate e l'economia del paese ha cominciato lentamente a riprendersi, ma una semplice minaccia di imposizione di nuove sanzioni è stata sufficiente a far crollare la valuta locale, provocando una nuova crisi.

 

I paesi considerano l'oro l'unica ancora di salvezza

Nel 2018, secondo le statistiche del World Gold Council (WGC), le banche centrali di molti paesi hanno acquistato attivamente oro. Data la forte pressione economica, la Russia ha acquistato quantità record di oro. Anche la Turchia ha deciso di migliorare la propria stabilità in un contesto di deterioramento delle relazioni con gli Stati Uniti. Le tristi previsioni di proseguimento della guerra commerciale hanno costretto la Cina a progettare di ricostituire le proprie riserve auree entro la fine dell'anno. I politici esperti sono consapevoli che solo l'oro può proteggere uno stato, rafforzando la sua posizione sulla scena internazionale.

Sul grafico: negli ultimi sei mesi, l'oro ha mostrato una crescita costante e il suo prezzo è aumentato del 9%.

Lunedì 4 marzo, il prezzo di un'oncia d'oro è di 1294 dollari.

 

L'oro funge da risorsa sicura che rafforza la sicurezza finanziaria.

PERCHÉ L'ORO È LO STRUMENTO IDEALE PER LA CONSERVAZIONE DEL CAPITALE

 

Glossario:

*Embargo — un divieto commerciale per l'importazione o l'esportazione di determinate merci o denaro straniero dal paese. Una restrizione o una completa cessazione delle relazioni commerciali con il paese.

 

Rate this article:
Created: 04.03.2019